Servizio Civile Universale: tutte le opportunità in provincia di Modena

Sono numerose le opportunità per diventare operatori volontari di Servizio civile in progetti in tutta la provincia di Modena. È aperto fino al 10 febbraio il bando per un anno di Servizio civile universale, al quale possono presentare domanda ragazzi tra i 18 e i 28 anni.

Il bando, indetto dal Dipartimento nazionale per le Politiche giovanili e il Servizio civile universale, mette a disposizione a livello nazionale 56.205 posti in centinaia di progetti.

Per consultare le opportunità nella provincia di Modena clicca qui per consultare i progetti proposti dagli enti associati al Coordinamento provinciale enti servizio civile di Modena (Copresc): associazioni come Caritas, Aism, Anpas, Avis e Arci e alcuni Comuni.

L’avviso con informazioni, istruzioni e moduli per la domanda sarà online nei prossimi giorni sul sito (www.comune.modena.it/modenaunder/servizio-civile).Tutti i progetti, da realizzare tra 2022 e 2023 con partenza entro il 20 giugno e durata tra 8 e 12 mesi, spaziano dall’assistenza e integrazione, alla promozione culturale, all’educazione e alla tutela del territorio e dell’ambiente, anche con riferimento alla socialità post-Covid.

Agli operatori volontari selezionati verrà corrisposta una indennità mensile pari a 444,3 euro (la durata del servizio è 12 mesi e l’orario è pari a 25 ore settimanali oppure un monte ore annuo di 765 ore per i progetti di 8 mesi e di 1.145 ore per quelli di 12 mesi). Per candidarsi bisogna avere tra i 18 anni compiuti e i 28 anni non superati al momento della candidatura; non avere subito condanne per reati penali; essere cittadini italiani, di altro Paese UE, o stranieri regolarmente soggiornanti in Italia.

La candidatura è obbligatoria online. È necessario prima di tutto munirsi di Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale), cioè delle credenziali valide per tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni. L’invito è a non aspettare l’ultimo momento per richiedere le credenziali perché sono previsti tempi per il rilascio, bisogna prima registrarsi e poi recarsi allo sportello per completare la procedura con riconoscimento di persona.

Tutte le informazioni su Spid e l’elenco dei soggetti che rilasciano le credenziali si trovano sul sito nazionale (www.spid.gov.it). L’Urp del Comune di Modena in piazza Grande rilascia, gratuitamente, le credenziali Spid (le informazioni sono online www.comune.modena.it/servizi-online/spid).

I cittadini di Paesi dell’Unione europea e gli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, se non avessero la disponibilità di acquisire lo SPID, possono accedere ai servizi della piattaforma Dol attraverso credenziali da richiedere al Dipartimento, secondo una procedura disponibile sulla home page della piattaforma stessa.

Gli aspiranti operatori volontari devono poi presentare domanda esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (Dol) raggiungibile tramite Pc, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it.

Si può presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto e un’unica sede, da scegliere tra i progetti elencati nel bando e riportati nella piattaforma Dol stessa.

Per approfondire contenuto dei progetti e modalità operative per la presentazione delle domande di candidatura, gli operatori del Copresc (Coordinamento provinciale Enti servizio civile) supportano telefonicamente (tel. 347 5752659 o 339 7565436) i giovani interessati lunedì e giovedì dalle 10 alle 15.30 e martedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13.
L’e-mail del Copresc è copresc@comune.modena.it; il sito www.coprescmodena.it. Informazioni sui progetti del Comune di Modena per il Servizio civile si possono chiedere a Ufficio Sport e Giovani (tel. 059 2032961 – 2034846 – 2034849) lunedì e giovedì 8.30-13 e 14.30-18, mercoledì 8.30-13 (www.stradanove.it), oppure a Informagiovani, piazza Grande 17, da lunedì a sabato 9-13. Servizio telefonico (059-20312) da lunedì a sabato 9- 13; lunedì e giovedì anche 15-18. E-mail piazzagrande@comune.modena.it #serviziocivilemodena