Solidarietà da Modena e provincia per l’Ucraina: come aiutare

Sezione in costante aggiornamento dove consultare tutti i canali di aiuto attivati sul territorio modenese e relativi contatti

Modena

A Modena si può segnalare al Comune la disponibilità di alloggi da destinare ai profughi ucraini per un tempo minimo di un anno utilizzando l’email alloggi.ucraina@comune.modena.it o telefonando allo 059/2033309 (i proprietari interessati saranno contattati per la proposta di contratto prevista dalle norme direttamente dai gestori dei Cas individuati dalla Prefettura). La raccolta di beni di prima necessità destinati alla popolazione ucraina, promossa da Comune, Caritas diocesana ed Emporio sociale Portobello, in questa fase si concentra sui farmaci indicati dalla Croce Rossa; non appena saranno individuati canali sicuri per la consegna di generi di prima necessità in loco, le associazioni di volontariato e no profit potranno far riferimento a Portobello anche per altri beni di prima necessità. La Regione Emilia-Romagna ha avviato una raccolta fondi per assistenza e aiuti umanitari ai profughi (conto corrente intestato all’Agenzia per la sicurezza territoriale e la Protezione civile dell’Emilia-Romagna); altre raccolte fondi sono state attivate da Croce Rossa, Unhcr e dall’Unicef. 
Inoltre, gli uffici comunali hanno aggiornato il Vademecum con informazioni e procedure da seguire da parte dei cittadini ucraini e gli snodi a cui rivolgersi: Centro stranieri per orientamento e prima accoglienza; Questura per identificarsi e segnalare un indirizzo; Punto unico di accesso accoglienza e assistenza sanitaria (presso Hub vaccinale). Per quanto riguarda l’assistenza sanitaria l’Ausl ha predisposto una sezione dedicata del proprio sito con informazioni e procedure, ma riferimenti con numeri utili e procedure sono divulgati anche presso gli sportelli comunali. Chi è arrivato in Italia insieme al proprio animale da compagnia deve avvisare il Servizio Veterinario dell’Ausl per la registrazione all’anagrafe regionale degli animali da affezione, i controlli e gli accertamenti sanitari previsti. 
Sul versante dell’inserimento scolastico, il Comune ha attivato due sportelli per informazioni sui servizi di accoglienza educativa e scolastica: presso il Settore Servizi Educativi di via Galaverna e al Memo di viale Barozzi (a cui fare esclusivo riferimento per le scuole secondarie di secondo grado) oltre a una casella di posta elettronica dedicata (dirittoistruzione.ukr@comune.modena.it). L’iscrizione a scuola sarà poi regolarizzata presso i diversi plessi individuati e disponibili, dopo essersi recati al Servizio Pediatria di Comunità o all’Hub di via Minutara per verificare e adempiere agli obblighi vaccinali. In caso di bisogno di generi di prima necessità, ci si può invece rivolgere all’Emporio sociale Portobello di via Divisione Acqui 81, dove ricevere generi alimentari e beni per l’igiene personale, mostrando passaporto o documento di riconoscimento.


1) Raccolta farmaci e generi alimentari presso l’emporio sociale Portobello
Per quanto riguarda i farmaci, la consegna deve avvenire presso l’Emporio Sociale di Modena Portobello (Via Divisione Acqui 81, Modena) negli orari di apertura qui sotto riportati.
👉 Per qualsiasi ulteriore delucidazione ed informazione: cell. 347.6253192 – mail: volontari.portobello@gmail.com
👉 ORARI PER LE CONSEGNE C/O EMPORIO SOCIALE PORTOBELLO
VIA DIVISIONE ACQUI 81 – MODENA
➔ LUNEDI 09:00 – 13:00 / 14:30 – 17:30
➔ MARTEDI 15:00 – 18:30
➔ MERCOLEDI 08:30 – 13:30 / 14:30 -18:30
➔ GIOVEDI 09:30 – 14:00 / 14:30 – 18:30
➔ VENERDI 08:30 – 18:00
➔ SABATO 08:30 – 17:30
Clicca qui per consultare il tipo di farmaci richiesti
– Per quanto riguarda i generi alimentari clicca qui

2) E’ possibile donare vestiti, alimenti, medicinali, generi di prima necessità e portarli presso  punti di raccolta che a Modena saranno presso i negozi ucraini della città, a partire dal Mix Market di viale Mazzoni

3) Disponibilità alloggi:
– Si può offrire la disponibilità di alloggi scrivendo una mail a alloggi.ucraina@comune.modena.it o contattando i Servizi sociali. Sono accettate disponibilità di almeno un anno, mentre quelle a breve periodo vanno comunicate alla Caritas diocesana;
– L’associazione di volontariato Porta Aperta cerca appartamenti in affitto a Modena città per la propria attività di solidarietà sociale
Garantisce: pagamento puntuale dell’affitto, verifica quotidiana del corretto utilizzo degli spazi, riconsegna nei tempi pattuiti e nello stato in cui è stato affittato. Per richiedere informazioni e segnalare disponibilità potete scrivere a: amministrazione@portaapertamodena.it
Il Centro per le famiglie di Modena raccoglie le disponibilità di chi può accogliere nelle proprie abitazioni dei profughi ucraini. La maggior parte dei bambini sono accompagnati dalla mamma o dalla nonna. Se delle famiglie fossero interessate a dare una mano, possono mandare una mail a centroperlefamiglie@mediandoweb.it
Cose da specificare:
Descrizione dell’abitazione e spazio in cui si ospiterebbe la persona.
Durata del tempo in cui si riesce ad ospitare.
Raccontare esperienza pregressa (se ci fosse) di accoglienza familiare o affido.

4) Per ulteriori informazioni e qualsiasi tipo di orientamento i cittadini ucraini che arrivano a Modena possono rivolgersi al Centro stranieri del Comune, in viale Monte Kosica 56, che risponde al numero telefonico 059/8637711 (lunedì 9-13 e 14-18; martedì 12-13; giovedì 9-13, venerdì 12-13).

5) Fratres Mutinae ha allestito un centro in via Milano 115, zona Morane. C’è bisogno di mobilio, come comodini, cassettiere, armadi, reti, letti e spondine per attrezzare le camere, passeggini, ciabatte, prodotti per l’ igiene, medicine base come tachipirina, asciugamani e lenzuola. Per info: 334 221 6887. Questa associazione inoltre sostiene questa raccolta fondi sempre a favore della popolazione ucraina

6) Time4life International propone questa lista Amazon per donare prodotti per i profughi ucraini:
https://www.amazon.it/hz/wishlist/ls/3I36SE320BHLI…
Per aiutare potete anche devolvere i vostri punti Esselunga sulla carta n:
0400168955387
O fare una donazione sul sito:
www.time4life.it

7) Caritas diocesana modenese:
Considerata la complessità dell’emergenza umanitaria, per Caritas diocesana, le donazioni in denaro restano al momento il modo più efficace per sostenere direttamente il popolo ucraino in queste ore drammatiche. Allo stesso tempo si sta lavorando per costruire “ponti” sicuri, coordinandosi con Croce Rossa Internazionale.
Chiunque voglia sostenere gli interventi di Caritas italiana, può utilizzare il conto corrente postale n. 347013, fare una donazione online tramite il sito www.caritas.it, oppure si può collaborare tramite bonifico bancario:
• Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma –Iban: IT24 C050 1803 2000 0001 3331 111
• Banca Intesa Sanpaolo, Fil. Accentrata Ter S, Roma – Iban: IT66 W030 6909 6061 0000 0012 474
• Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
• UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119.
Per l’accoglienza di persone e famiglie in fuga dal conflitto, Caritas diocesana promuove le accoglienze piccole e diffuse, già sperimentate sul territorio modenese in occasioni precedenti. Le Comunità parrocchiali e le famiglie disponibili ad accogliere potranno contare sull’accompagnamento e il monitoraggio di Caritas diocesana.
Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi a immigrazione@caritas.mo.it

8) Banco BPM si mobilita a favore del popolo ucraino e avvia la raccolta fondi #SOStegnostraordinario che coinvolge il personale, gli organi consiliari, gli ex dipendenti del Gruppo bancario e anche tutti i clienti che potranno effettuare una donazione tramite bonifico bancario e tramite home banking e APP (Iban: IT76Y0503401647000000009900 Causale: Insieme a Caritas Italiana per l’emergenza Ucraina). La raccolta fondi è la prima di un ampio programma di azioni di medio-lungo termine a fianco di Caritas Italiana a sostegno della comunità colpita duramente dalla guerra. Il progetto, dal nome “Una mano per la pace”, prevede anche il supporto di Banca Aletti, Banca Akros e delle Fondazioni locali nei territori di riferimento della banca.

9) Emergenza Ucraina: assistenza veterinaria. Le informazioni per i profughi ucraini che arrivano a Modena con un animale da compagnia

10) L’Azienda USL di Modena, in collaborazione con l’Associazione ‘Porta Aperta’ di Modena, ha avviato un percorso per individuare cittadini ucraini disponibili a svolgere attività di accoglienza e mediazione volontaria presso i Punti di assistenza sanitaria attivati in ognuno dei sette distretti della provincia, a integrazione dei servizi già attivati. La ricerca ha lo scopo di garantire la presenza continuativa di un mediatore volontario, che risulterà in prospettiva sempre più utile alla luce di un aumento considerevole dei profughi privi di contatti diretti sul territorio (parenti e amici).
L’Ausl di Modena, per gestire in maniera corretta e sicura le disponibilità dei volontari, ha definito un percorso con ‘Porta Aperta’ che organizza direttamente i colloqui con i cittadini ucraini disponibili e li inserisce nella propria squadra con una specifica copertura assicurativa.
Gli interessati al colloquio possono contattare l’associazione al numero 3421866850 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 14) o scrivendo alla mail elena.tanzi@portaapertamodena.it, sarà poi la stessa ‘Porta Aperta’ a contattare i vari distretti sanitari per comunicare le disponibilità dei mediatori volontari da inserire.

11) Il Gruppo Bper Banca lancia il progetto ’Uniti per l’Ucraina’ che prevede varie iniziative di solidarietà e in particolare una raccolta di fondi aperta agli amministratori e a tutti i dipendenti del Gruppo, il cui ricavato andrà a sostenere l’attività di Croce Rossa Italiana in soccorso ai profughi. Ciascun dipendente può scegliere di effettuare una donazione, secondo i propri mezzi, il cui importo verrà poi raddoppiato dalla Banca. L’Istituto mette inoltre a disposizione delle autorità locali alcuni immobili di proprietà, nelle province di Modena e Ferrara, da destinare all’alloggio temporaneo dei profughi, mentre nel Polo scolastico aziendale, che comprende un asilo nido e una scuola d’infanzia, è stata ampliata la disponibilità di posti per accogliere bambini provenienti dalle zone di guerra. Accanto a queste importanti iniziative è stata inoltre attivata la campagna di solidarietà ’Emergenza Ucraina’, che dà la possibilità ai clienti di aiutare la raccolta fondi del Gruppo in favore di Croce Rossa.

12) LEZIONI GRATUITE DI LINGUA E CULTURA ITALIANA PER BAMBINI E ADULTI UCRAINI
A Modena, presso la ‘Casa dei calzini spaiati’ un gruppo di volontari coordinati da EducatioNest e METIS Lezioni Private offriranno lezioni di lingua e cultura italiana gratuite grazie all’aiuto di madrelingua ucraini che vivono da anni a Modena. Sarà un momento di incontro in cui i bimbi potranno giocare, fare merenda e imparare le basi della lingua italiana, i genitori, i nonni e tutti coloro che vorranno partecipare potranno incontrarsi, parlare, condividere e imparare a comunicare in italiano. Il tutto si svolge a titolo totalmente gratuito.
QUANDO? il martedì pomeriggio dalle 15 alle 16,30 con Asya Pogosyan DOVE? Casa dei Calzini Spaiati, via Monte Sabotino 97, Modena
COME PARTECIPARE?
Inviare una mail in italiano, inglese o ucraino a associazioneculturale@educationest.org oppure metis.lezioni@gmail.com, scrivere un messaggio a 3470848208 oppure telefonare al numero 370.3787168 (chi risponde al telefono parla in italiano e inglese).
Il Centro Antiviolenza della “Casa delle Donne contro la violenza odv” di Modena (che opera anche a Vignola e Pavullo) e il progetto Autonomie “Semira Adamu”  sono come sempre aperti e disponibili per corsi di italiano, socializzazione, percorsi di autonomie e di fuoriuscita dalla violenza per donne migranti, quindi anche per donne ucraine.

13) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Modena

Formigine

Sassuolo

1) Il Comune di Sassuolo mette a disposizione il Fondo di Solidarietà Città di Sassuolo per una raccolta fondi da devolvere ai canali ufficiali, certi e sicuri per dare un aiuto concreto alla popolazione coinvolta nella guerra in Ucraina. Il Fondo di Solidarietà Città di Sassuolo ha come Iban : IT 27 T 02008 67019 000100984467;  la causale da indicare al momento del versamento è “EMERGENZA UCRAINA”.

2) L’associazione di volontariato Help Sassuolo ha aperto una raccolta di beni di prima necessità da inviare in Ucraina. Tra i prodotti richiesti ci sono pannolini per i bambini, latte in polvere, assorbenti, antidolorifici, cibo in scatola, sacchi a pelo e carta igienica. L’elenco completo è disponibile sulla pagina Facebook dell’associazione. Donazioni al centro polifunzionale evangelico di via Adda, maggiori informazioni ai numeri 347 1059212 o 349 1576037.

3) Un elenco di abitazioni, possibilmente già arredate, che i privati sono disposti a mettere a disposizione delle persone che scappano dal conflitto in Ucraina: il Comune di Sassuolo intende raccogliere le disponibilità dei privati per poi girare l’elenco a chi gestirà l’accoglienza per conto della Protezione Civile.
Chiunque, proprietario di una stanza o di un appartamento libero, abbia l’intenzione e la volontà di metterlo a disposizione delle persone che, in queste ore, stanno arrivando anche nella nostra provincia dopo aver abbandonato il conflitto in Ucraina, può contattare il Comune di Sassuolo inviando una e-mail all’indirizzo segreteriasindaco@comune.sassuolo.mo.it o telefonando all’Urp al numero 0536/880801

4) L’emporio Il Melograno, che sul territorio già si occupa di sostegno alimentare alle famiglie in stato di difficoltà economica, si fa punto di riferimento per la raccolta di alimenti e prodotti per l’igiene, per sostenere i profughi in arrivo nel breve e medio termine ed anche per inviare aiuti nei luoghi del conflitto non appena saranno aperti i corridoi umanitari.
Tali operazioni sono attuate in collaborazione con Croce Rossa Italiana – Comitato di Sassuolo ed i Servizi Sociali dell’Unione dei Comuni del distretto ceramico.
DOVE E QUANDO SI POSSONO CONFERIRE I PRODOTTI:
📍presso Il Melograno in Via San Simone 6, Sassuolo (sarà presente un container dedicato)
📆 LUNEDI e GIOVEDI dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.30
Per Info contattare:
✉️progetto@emporiomelograno.it
📞Michela: 349/3255462- Federica: 335/6228988
📦📦📦
LISTA DEI PRODOTTI RICHIESTI
zucchero, farina, pasta, riso, latte a lunga conservazione, carne in scatola, tonno, legumi in scatola, pomodori e passata in scatola, biscotti, merendine, miele, olio, fette biscottate, cioccolato spalmabile e marmellata, te e caffe’, succhi di frutta, grissini e cracker.
Assorbenti donna, igiene personale, igiene casa, sacchi del pattume, carta igienica.
NOTA BENE
E’ da considerarsi utile come scelta prioritaria quella di donare denaro, per agevolare un intervento più mirato ed efficace, a seconda del bisogno reale che rimane in costante evoluzione.
Per donazioni in denaro
conto corrente intestato ad Associazione Il Melograno ODV
causale: donazione per accoglienza profughi ucraini
Iban IT38K0707267012000000113202

5)  Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Sassuolo

Soliera

Il Comune di Soliera ha attivato una raccolta di medicinali e generi di prima necessità a sostegno del popolo ucraino.
Si possono consegnare generi alimentari non deperibili e materiale sanitario  (antidolorifici, antinfiammatori, antibiotici, disinfettanti, etc.) e di pronto soccorso (garze, bende, cerotti, disinfettante, guanti in lattice, siringhe), oltre a pannolini e pannoloni.
La consegna va effettuata presso il social market “Il Pane e le Rose” di via Serrasina 93 nelle giornate di mercoledì (ore 8-12.30 e 14-18) venerdì (ore 8-12.30) e sabato (ore 8-12.30).
I medicinali e i generi di prima necessità raccolti saranno inviati in Ucraina attraverso canali istituzionali e ufficiali.
L’Azienda sanitaria locale sta predisponendo un percorso di assistenza sanitaria, a libero accesso, comprensivo anche di controlli e vaccinazioni anti Covid-19.

Carpi

1) La Caritas Diocesana di Carpi precisa promuove una raccolta fondi: ‘Ucraina ascoltiamo il grido di pace’ IBAN: IT86X0538723300 000001422974 intestato a Diocesi di Carpi-Caritas Diocesana Causale: Emergenza Ucraina.

2) Corso di italiano per permettere ai profughi ucraini accolti in Italia di inserirsi nel nostro tessuto sociale e di affrontare una nuova vita.
Erostraniero c’è!!
✍🏼Iscrizioni in segreteria:
mercoledì 15:30-17:30
sabato 09:30-11:30
Tel: 371 4149044
erostraniero@gmail.com
Ufficio 23 – 2°piano Casa del volontariato
Via Peruzzi 22, Carpi

3) Da Porta Aperta Carpi: Presso il Centro d’ascolto di via Don Minzoni 1/b
a Carpi
sono attivi tutti i servizi dell’associazione in risposta alle necessità delle persone che fuggono dalla guerra in Ucraina:
Beni alimentari ,
Prodotti per l’infanzia,
Farmaci da banco,
Abbigliamento e oggetti di prima necessità,
Materiale scolastico,
Servizio di orientamento,
Accoglienza,
Ascolto.
Alcune famiglie sono già arrivate nei giorni scorsi, e probabilmente altre ne arriveranno presto.
Stiamo cercando di mettere in campo più aiuti possibili per le persone che arrivano e che arriveranno….
chi volesse sostenerci in questo importante compito di accoglienza e primo rifugio può :
DONARE ALIMENTI e FARMACI:
Destinati alla distribuzione verso le famiglie in arrivo a Carpi dall’Ucraina;
portandoli direttamente presso il nostro Centro d’Ascolto in via Don Minzoni, 1/b a Carpi.
ORARI PER LE CONSEGNE:
LUNEDì 8.30-12.30 / 15.00-19.00
MARTEDì 8.30-12.30 / 15.00-19.00
MERCOLEDì 8.30-12.30 / 15.00-19.00
GIOVEDì 8.30-12.30 / 15.00-19.00
VENERDì 8.30-12.30 / 15.00-19.00
Per info: 059/689370 o centroascolto@portaapertacarpi.it
Oppure presso la nostra BOTTEGA RECUPERANDIA di via MONTECASSINO, 10 A CARPI (MO). In questo caso, il materiale conferito in Bottega andrà destinato agli invii di solidarietà organizzati dall’Unione Terre d’Argine con destinazione Ucraina,
– DONARE DENARO :
Per l’acquisto di beni di prima necessità destinati al sostegno dei profughi ucraini
TRAMITE BONIFICO SUL C/C DELL’ASSOCIAZIONE INDICANDO NELLA CAUSALE : AIUTI AI PROFUGHI UCRAINI
IBAN: IT42R0538723300000000869173
Per le donazioni in denaro destinate all’Ucraina la Diocesi di Carpi raccoglie direttamente sul c/c di Caritas Diocesana i fondi destinati all’EMERGENZA UCRAINA.
IBAN: IT86X0538723300000001422974
– DONARE ABBIGLIAMENTO E COPERTE:
Non si effettuano raccolte di abbigliamento e coperte destinate esclusivamente alla popolazione Ucraina, ma i cittadini che vogliono donare questo materiale possono consegnarlo presso il nostro magazzino di via Montecassino,10 a Carpi TUTTE LE MATTINA DAL LUNEDì AL SABATO DALLE 9.00 ALLE 12.00
I profughi UCRAINI presenti nella nostra città possono rivolgersi al nostro Centro d’ascolto di Via Don Minzoni,1/b per ottenere aiuti in questo senso.

4) EroStraniero cerca volontari per l’insegnamento della lingua italiana ai profughi ucraini e baby sitting durante lo svolgimento dei corsi. Se sei maggiorenne e vuoi far parte del progetto chiama il numero della segreteria 371 4149044 oppure scrivi ad erostraniero@gmail.com

5) I profughi ucraini  ospitati in famiglie carpigiane cominceranno a ricevere  i beni raccolti nel deposito di “Carpi Fashion System”: 
la modalità stabilita per la distribuzione  prevede che l’interessato
telefoni allo 0594728738 (numero unico  “Volontari in rete Terre d’
Argine”) per prenotare i generi, ricompresi in una lista predisposta secondo le disponibilità; i volontari provvederanno poi a preparare la “spesa” in base al numero dei componenti del nucleo, e a consegnarla a domicilio, fino a esaurimento delle scorte. Possono accedere alla distribuzione dei beni i nuclei  che si sono segnalati allo sportello dei Servizi sociali dell’Unione, 
chiamando il numero 0598635288 (dal lunedì al sabato 8:30-12:30; martedì e giovedì anche 14:00-16:30) o scrivendo a   servizisocialicarpi@terredargine.it

6) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Carpi

Regione Emilia-Romagna

1) Raccolta fondi regionale per l’assistenza ai PROFUGHI.
L’Iban a cui versare: IT69G0200802435000104428964
Dall’estero, codice Bic Swift: UNCRITM1BA2.
Causale: ‘EMERGENZA UCRAINA’.

2) Regione e Università insieme per sostenere e accogliere gli studenti universitari in fuga dalla guerra o già iscritti per questo anno accademico negli Atenei dell’Emilia-Romagna.
Sarà l’Azienda regionale per il diritto agli studi superiori ER.GO a rendere disponibili servizi e opportunità straordinarie di sostegno e accoglienza, con un bando che è stato pubblicato oggi ed consultabile al link https://regioneer.it/bandorifugiatiUcrainaERGO o sul sito di Er.GO https://www.er-go.it e prevede due tipologie di interventi:
Per gli studenti ucraini iscritti agli Atenei per l’anno accademico 21/22 per progetti di scambio internazionale con sede in regione e per i corsi attivati in Emilia-Romagna sono a disposizione 75mila euro. Possono scegliere se richiedere un contributo straordinario per la copertura delle spese di locazione – a fronte della presentazione di un contratto regolarmente registrato – che avrà un valore massimo di 2 mila euro, commisurato al canone dovuto nel periodo febbraio-settembre 2022; oppure un contributo prepagato per l’accesso ai servizi ristorativi del valore di 500 euro da utilizzare entro il 30 settembre 2022 presso i servizi ristorativi ER.GO e/o convenzionati;
La seconda tipologia di interventi è destinata agli studenti profughi provenienti dall’Ucraina, per i quali sono previste 58 borse di studio del valore di 3 mila euro ciascuna rese disponibili dagli Atenei e così distribuite: 25 a Bologna, 5 a Ferrara, 10 a Modena-Reggio Emilia, 10 a Parma, 5 alla sede di Piacenza dell’Università Cattolica del Sacro Cuore e 3 alla sede di Piacenza del Politecnico di Milano. Alla borsa di studio, a supporto dell’iscrizione ad un percorso universitario (anche corsi singoli, corso propedeutico Foundation year dove attivato…) è associato l’esonero dal pagamento delle tasse universitarie. Inoltre, per gli studenti beneficiari degli interventi degli Atenei è previsto un posto alloggio gratuito presso le residenze ER.GO fino al 30 settembre 2022, compatibilmente con le disponibilità effettive.
Come presentare domanda
Le domande – per la cui presentazione, con moduli anche in inglese, gli studenti saranno assistiti – possono essere presentate già da domani, 23 marzo; previste due scadenze per il termine: una il 5 aprile e una successiva, il 29 aprile, in base alla disponibilità effettiva di risorse. 
Per informazioni e per richiedere l’attivazione delle credenziali, utili a presentare la domanda, è attivo l’account dedicato emergenzaucraina@er-go.it.

3) Le disposizioni di supporto per gli animali domestici dei cittadini ucraini in arrivo sul territorio regionale

Maranello

DONAZIONI DI FARMACI.
Presso la Farmacia Comunale di Maranello (Piazza Amendola 5) è possibile acquistare farmaci e prodotti per l’igiene intima che verranno poi inviati nelle zone di guerra o in aree dedicate all’accoglienza di profughi.
DONAZIONI DI GENERI DI PRIMA NECESSITÀ.
Chiunque volesse donare generi alimentari non deperibili, prodotti per l’igiene personale (bagnoschiuma, shampoo, dentifricio, spazzolini) e prodotti per bambini (pannolini, latte in polvere, salviette) può portarli presso la sede Avap di Maranello (Via San Luca 30, tutti giorni dalle 8 alle 20) o presso la Caritas della Parrocchia di Pozza e San Venanzio durante la Santa Messa di domenica 13 e domenica 20 marzo (ore 8.00, 11.00 e 19.00 a Pozza, ore 9.45 a San Venanzio).
DONAZIONI DI DENARO.
Unicef, Unhcr e Croce Rossa hanno attivato un il numero di telefono 45525: si può inviare un sms dal proprio smartphone (donazione di 2 euro) o chiamare da rete fissa (donazione di 5 e 10 euro).
I fondi raccolti con questa campagna verranno utilizzati per garantire alle famiglie e ai bambini dell’Ucraina protezione, rifugi, coperte, cure mediche, acqua potabile, kit per l’igiene personale e supporto psicologico.

Distretto di Vignola

1) Attivo a Vignola un punto di raccolta di materiali da destinare alle famiglie ucraine. Il luogo scelto è l’ex sede Arci di via Caselline 193, noto ai vignolesi perché fino a qualche anno fa in quei locali si poteva ballare. Il punto di raccolta, che fa riferimento a tutti i Comuni dell’Unione Terre di Castelli, sarà aperto al pubblico tutti i giorni, domeniche comprese, dalle ore 14.00 alle ore 16.00. Viene tenuto aperto grazie ai volontari dell’associazione EKONVOI odv che gestisce l’emporio solidale EKO dell’Unione.
I materiali raccolti saranno fatti pervenire ai volontari che fanno capo al negozio Mixmarkt di Modena e che, in accordo con il consolato ucraino, si occuperanno degli invii in Ucraina. Si raccolgono di preferenza medicinali (antidolorifici, antinfiammatori, antibiotici, disinfettanti, etc), garze, bende, cerotti, disinfettante, guanti in lattice, siringhe, pannolini e pannoloni e tutto il materiale di primo soccorso, vestiti caldi, coperte e alimenti a lunga scadenza, alimenti per bambini.

2) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Vignola

3) I cittadini proprietari di alloggi possono segnalare la propria disponibilità a metterli a disposizione per l’accoglienza inviando uan mail a: mail unioneperucraina@terredicastelli.mo.it  e allegando il modulo con i propri dati personali nonchè le caratteristiche dell’alloggio.
Tutte le info qui: https://bit.ly/3MZR76m

Unione del Sorbara

1) Punto di raccolta dell’ Associazione Nazionale Carabinieri Terre del Sorbara ODV ai capannoni di via Valluzza 3 (ingresso posteriore) a Nonantola.
✅Oltre al materiale sanitario e farmaci, si raccolgono: sacchi lenzuolo, sacchi a pelo, coperte e termocoperte, materassini gonfiabili, guanti monouso, latte in polvere e acqua potabile (per ulteriori informazioni clicca qui)
✅La consegna può essere effettuata tutti i giorni dalle ore 16.00 alle 20.00
Tutto il materiale verrà consegnato al Consolato Generale d’Ucraina a Milano/ГКУ в Мілані
✅Per ulteriori informazioni, contattate il numero Informadonne 320.5607494 operativo tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 12.30

2) Presso la farmacia Comunale Sant’Anselmo a Nonantola in piazza Ilaria Alpi 12, grazie al supporto logistico di Orm, è possibile donare: garze, bende, guanti monouso, disinfettanti, antidolorifici, antipiretici, antinfiammatori, pannolini, assorbenti, saponi, shampoo, dentifrici, colluttori e altri farmaci e materiale sanitario. I prodotti possono essere portati negli orari di apertura: dal lunedì al sabato dalle 8,30 alle 13 e dalle 15,30 alle 19,30, la domenica dalle 9 alle 13. 

3) Numero telefonico
I cittadini ucraini domiciliati o residenti nel territorio dell’Unione del Sorbara che intendono ospitare loro connazionali, possono rivolgersi per eventuali necessità sanitarie o di assistenza al numero 059.959244

Unione Terre d’Argine

1) Per portare aiuti il canale preferenziale è quello della donazione in denaro attraverso il numero di conto corrente istituito dalla Regione Emilia-Romagna, intestato alla Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile: IBAN IT69G0200802435000104428964
In tutti i Comuni dell’Unione delle Terre d’Argine si è inoltre attivata la raccolta di generi alimentari non deperibili e materiale sanitario di pronto soccorso a sostegno del popolo ucraino.
L’elenco dei beni che è possibile conferire prevede alimenti a lunga scadenza (pasta, riso, farina, crackers, tonno e carne in scatola, biscotti, the e caffè solubile, latte a lunga conservazione, succhi di frutta, legumi in scatola e frutta secca, zucchero); prodotti di igiene personale (sapone, shampoo, salviette umide, bagnoschiuma); per i bambini (pannolini, omogeneizzati, latte in polvere); farmaci da automedicazione e dispositivi medici (mascherine, garze, guanti monouso, siringhe 5 ml, lacci emostatici, acqua ossigenata ed altri disinfettanti, cotone idrofilo, disinfettante per le mani…).
La raccolta di questi beni sarà effettuata a Carpi presso Carpi Fashion System il sabato dalle 15 alle 19, in Viale dell’Agricoltura 45; a Soliera nel Social Market “Il Pane e le Rose” Via Serrasina 93, il mercoledì ore 8-12,30 e 14-18, il venerdì e il sabato ore 8-12,30 a Campogalliano presso la sede della protezione civile in Via Madonna a Campogalliano il 5 Marzo 10-12 e 16-18.30 , a Novi ci si sta organizzando con le associazioni del territorio per raccolta beni in giornate stabilite, il materiale convergerà presso l’hub del Carpi Fashion System.
Per avere informazioni sul materiale da donare e le modalità di consegna si può chiamare il numero unico “volontari in rete terre d’argine” 0594728738 a partire da sabato 5 marzo.
Si sta perfezionando anche l’accordo con le farmacie locali per la raccolta di materiale da medicazione presso le rispettive sedi.
I profughi che sono arrivati e stanno arrivando in queste ore si devono segnalare allo sportello dei servizi sociali dell’Unione al numero 0598635288: dal lunedì al sabato tra le 8.30 e le 12.30, martedì e giovedì anche tra le 14 e le 16.30, oppure scrivendo a 
servizisocialicarpi@terredargine.it

Potrà essere evidenziata anche la necessità di un alloggio.
I cittadini che hanno alloggi da rendere disponibili per l’accoglienza sono pregati di segnalarlo ai servizi sociali 059/ 8635288: dal lunedì al sabato tra le 8.30 e le 12.30, martedì e giovedì anche tra le 14 e le 16.30, oppure scrivendo a servizisocialicarpi@terredargine.it
I profughi devono contattare l’Ausl al numero 059/ 659960 dalle 8 alle 13 per il rilascio della tessera sanitaria temporanea, sottoporsi ad un eventuale tampone e verificare la situazione vaccinale. Entro otto giorni dall’arrivo dovranno poi recarsi presso il commissariato di Carpi per la dichiarazione di presenza.

2) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Carpi

Mirandola

Castelfranco Emilia

1) Attiva la raccolta di farmaci e medicinali per l’Ucraina presso le Farmacie
comunali e le farmacie private aderenti, l’elenco aggiornato è consultabile qui
Presso le Farmacie è possibile:
– acquistare prodotti che saranno destinati all’Ucraina. Nelle immagini qui sotto, l’elenco dei
farmaci e medicinali acquistabili
– consegnare farmaci non scaduti e integri che saranno raccolti attraverso la rete di Farmacoamico
L’adesione alla raccolta è estesa a tutte le farmacie del territorio comunale, le farmacie possono manifestare la propria adesione scrivendo una mail a segreteria.sindaco@comune.castelfranco-emilia.mo.it

2) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Castelfranco Emilia

Unione Comuni Distretto Ceramico

1) In merito alle donazioni, si è convenuto convogliarle tutte in un unico conto corrente predisposto dalla Regione. Chiunque potrà effettuare un bonifico indicando come causale “EMERGENZA UCRAINA” al seguente codice Iban: IT69G0200802435000104428964 intestato ad “Agenzia per la sicurezza territoriale e la protezione civile dell’Emilia Romagna”; codice Bic Swift per l’estero: UNCRITM1BA2. In ultimo, presso determinate farmacie è possibile acquistare farmaci che verranno poi recapitati dalla Croce Rossa dove necessario.

2) Sulla pagina facebook dell’Associazione Chernobyl Maranello Fiorano Formigine è possibile rimanere aggiornati sulle attività di questa associazione impegnata in prima linea

3) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Sassuolo

Unione Comuni Modenesi Area Nord

Clicca qui per consultare le indicazioni per la prima accoglienza messe in campo da questo territorio.

Medolla

Comune, Caritas ed emporio sociale Cortile Solidale si sono attivati con sportello dedicato alle badanti ucraine del territorio, come punto di collegamento in attesa dell’arrivo dei profughi e per accogliere offerte di alloggi.

Fiorano

Raccolta alimenti presso le suore del centro parrocchiale in via Vittorio Veneto 26. Servono latte a lunga conservazione, olio d’ oliva e di semi, biscotti, farina, legumi in scatola, tonno, riso, pasta, formaggio, pomodoro, zucchero, fette biscottate, orzo, the, caffè. 

San Prospero

Raccolta di beni e generi di prima necessità promossa dall’associazione Un cuore per la vita: clicca qui

San Felice sul Panaro

Prosegue a San Felice sul Panaro la raccolta di materiale per la popolazione ucraina presso Ricommerciamo in piazza Italia, 333, nel negozio occupato in precedenza da Lina Gavioli Boutique e messo a disposizione gratuitamente dalle titolari. L’idea è dell’Amministrazione comunale che ha istituito un gruppo denominato “Sos Ucraina”, in collaborazione anche con farmacie e sanitarie locali, per veicolare aiuti alla popolazione ucraina. Ne fanno parte le associazioni cittadine Caritas, Centro Don Bosco, Avis, Croce Blu di San Felice, Medolla e Massa Finalese, Ucraini della comunità locale, Protezione Civile, Gruppo Famiglie per la Romania. Il materiale raccolto viene affidato a Caritas e Croce Rossa per la consegna in territorio ucraino. Nel punto di raccolta di Ricommerciamo viene stoccato solo il materiale necessario che varia tutte le settimane e che viene tempestivamente comunicato.

Pavullo

1) Dall’Ausl: recapiti utili bilingua su Pavullo

2) Attive le Caritas di Pavullo e Serramazzoni oltre che Croce Rossa. L’emporio sociale Ohana e Insieme per gli altri hanno organizzato raccolta alimentare e prodotti per l’igiene.

Pronto Soccorso Psicologico

L’Associazione Nazione Comuni Italiani (ANCI), in collaborazione con la Croce Rossa (CRI), ha attivato dal 1 aprile 2022 il numero verde 800 065510 per il sostegno psicologico a favore dei cittadini provenienti dall’Ucraina e delle famiglie ospitanti.
Il servizio, in lingua italiana e inglese, viene offerto tutti i giorni dal lunedì al sabato, dalle ore 8 alle 20.